4.94/5 (49)

3 giugno   Creativa in Cucina   0 commenti a: “Fungo cardoncello
Stampa, PDF o invia questa ricetta Stampa o invia la ricetta

Fungo cardoncello Creativaincucina

Il Cardoncello è tipico del sud Italia e viene chiamato con nomi diversi: Cardoncello, Cardarello, Ferlengo, fungo di Ferula e cresce spontaneo in alcune regioni italiane come la Puglia, la Basilicata, la Calabria, la Sardegna, alcune province del Lazio e della Sicilia. Ma la madre terra di questo fungo è l’altopiano delle Murge appulo-lucane dove si concentra la maggior parte della produzione spontanea e coltivata, questi terreni sono poveri e con poco prato ed proprio così che il fungo trova il suo habitat ideale, crescendo generalmente alla base del Eryngium campestre e maritimum.

Il fungo cardoncello è uno dei funghi più buoni e prelibati ed è molto apprezzato fin dai tempi antichi, quando è entrato a far parte di molte ricette tradizionali, rivisitate e nuove. Il suo irresistibile sapore ha catturato anche i palati sopraffini.

Il Cardoncello è un fungo di colore scuro, carnoso e sodo e cresce a ceppi, tutti straordinari che lo contraddistinguono ancor di più per la loro bellezza.

La storia narra che nel Medioevo in alcune taverne era oggetto di canti e fu considerato prelibato e afrodisiaco a tal punto da essere inserito nell’indice dal Santo Uffizio, pare che distoglieva i Cristiani dall’idea di penitenza.

Ti è piaciuto questo articolo?

Potrebbero piacerti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *