4.76/5 (25) Vota
condividi instagram pinterest commenta stampa

24 Luglio
2011

L’estate, il caldo e lo stress contribuiscono a farci sentire sempre deboli, con un generale calo di energie e la sensazione di stanchezza, astenia e irritabilità anche la mattina. I motivi possono essere i più vari, ma non dobbiamo disperare poiché esistono molti rimedi per contrastare queste spiacevoli situazioni che possono dare origine ad affaticamento psicofisico, disidratazione, crampi e colpi di calore.

Importante, quando fa caldo è seguire una dieta equilibrata e fare tanti piccoli pasti nel corso della giornata, compresi gli spuntini, evitando di consumare pasti abbondanti o le classiche abbuffate. I cibi di stagione ci aiutano a sostenere il tono pressorio e a reidratarci, come ad esempio i capperi, aggiunti ad un’insalata con pomodori, olive ed un uovo sodo per apportare calcio e minerali. Anche la classica caprese è molto indicata in queste situazioni. Di solito d’estate è consigliato non mangiare molta carne, preferendo il pesce come ad esempio il salmone ricco di omega-3.

In estate sono molto importanti gli spuntini tra un pasto e l’altro per evitare di arrivare a pranzo o cena super affamati. Gli spuntini potrebbero essere costituiti da yogurt senza zucchero, fave, banane e frutta secca non salata.

Sicuramente avete già sentito che d’estate, per evitare caldo e stanchezza è importante bere tanto. Il corpo perde più liquidi durante l’estate, perciò bere dell’acqua diventa ancora più importante in questo periodo. Il fabbisogno giornaliero di acqua varia in base al peso e al corpo e quindi le quantità esatte di acqua variano da persona a persona. Naturalmente il consumo di acqua dovrà aumentare anche se si effettua attività fisica ad esempio.

Stanchezza, pelle secca, crampi muscolari, costipazione e stordimento sono alcuni indicatori di disidratazione, anche il consumo di cibi ad alto contenuto di acqua, come ad esempio, cetrioli, anguria, sedano, broccoli e spinaci aiuteranno a reidratarci. Preferibile consumare la semplice acqua naturale e non bevande gassate.

Ma solo l’acqua non basta, il sudore aggrava la contemporanea riduzione dei livelli di magnesio e potassio nel nostro corpo. Quindi è preferibile scegliere cibi nutrienti, leggeri, freschi e ricchi di sali minerali, liquidi e vitamine. Ottimi i legumi, pesce, riso freddo e cereali, importante è anche l’integrazione di vitamina B.

Un modo furbo per reintegrare i liquidi, nel nostro corpo, sono i centrifugati di frutta. Inoltre molti consigliano di consumare anche peperoni verdi, pesche, sedano, melone, fragole e anche le carni bianche, come pollo e tacchino sono molto indicate d’estate.

Importante, per contrastare la stanchezza è il sonno notturno, perchè se è disturbato da elementi esterni che pregiudicano il suo naturale andamento, sarà facile ritrovarsi stanchi al risveglio, col mal di testa o dolori muscolari. A causare tutto ciò può essere anche la carenza di alcuni elementi nutritivi quali magnesio e potassio. Si consiglia, dunque di consumare, per cena, pasti leggeri e poco elaborati ed attendere almeno un paio d’ore dalla fine del pasto prima di coricarsi.

Per evitare la sensazione di caldo e stanchezza psico-fisica preferire cibi leggeri, poco elaborati, ricchi di vitamine che favoriscono il riposo notturno. Anche acido folico e fibre sono molto utili per queste situazioni. Il caldo quindi si combatte anche a tavola, scegliendo cibi idratanti e ad alto contenuto di sali minerali, come frutta e verdura.

In definitiva, quindi è bene mangiare poco e spesso, evitando bevande alcoliche, zuccherate o gassate, privilegiando cibi leggeri e freschi. Evitare cibi grassi ed elaborati come, fritti, insaccati e alimenti stagionati. È opportuno anche limitare il consumo di condimenti piccanti.

Ti è piaciuto questo articolo?