4.73/5 (15)

facebook instagram pinterest commenta stampa

9 Dicembre
0 commenti
2294

Patate benefici e proprietà Creativa in cucina

Le patate sono ricche di benefici e proprietà per noi umani. Patata, il cui nome scientifico è Solanum tuberosum, sono tuberi di una pianta erbacea e sono ricche di vitamine e proprietà benefiche per il nostro corpo, ottime ad esempio per contrastare il diabete e molto energetiche. La raccolta delle patate è solitamente a settembre, ma è diffusa anche durante il resto dell’anno.

Originaria dell’America, la pianta arrivò in Europa nel XVI secolo, dove si diffusero, diventando uno dei vegetali più coltivati. Ma questo tubero, oltre ad offrire molti benefici per il nostro corpo, ha anche delle controindicazioni. Leggende o verità? Scopriamolo insieme nella sezione “Controindicazioni“▼ e scoprite anche tutte le varietà, gli utilizzi in cucina e come scegliere al meglio le patate.

Le patate sono le regine dei tuberi e danno un forte senso di sazietà, per questo fattore aiutano a controllare la fame e a perdere peso.

Sono ricche di vitamine A, B3, B1, B2, B6 e C, sali minerali quindi potassio, ottimo aiuto contro l’ipertensione, fosforo, calcio, magnesio, zinco, rameferro, tra i loro valori nutrizionali presentano numerosi fitocomposti quali antiossidanti, come luteina, zeoxantina, beta-carotene acido clorogenico. Inoltre sono ricche di carboidrati complessi utili per chi soffre di diabete (sono scomposti in zuccheri semplici prima di essere assorbiti, il che significa che entrano in circolazione in maniera graduale, contribuendo a una maggiore stabilità della glicemia), acido cloro genico una sostanza antitumorale.

Dovete sapere che le patate non contengono molte calorie infatti su 100 g di patate troviamo solo 85 kcal / 354 kj.

Acqua 78,50 g, carboidrati 17,90 g, zuccheri 0,4 g, proteine 2,1 g, grassi 1 g, colesterolo 0 g, fibra totale 1,6 g, sodio 7 mg, potassio 570 mg, ferro 0,6 mg, calcio 10 mg, fosforo 54 mg, magnesio 28 mg, zinco 1,24 mg, rame 0,19 mg, selenio traccevitamina B1 0,1 mg, vitamina B2 0,04 mg, vitamina B3 2,5 mg, vitamina A 3 µg, vitamina C 15 mg.

Le patate sono alimenti energetici e disinfiammanti dell’apparato digerente, curano gastriti, coliti, ulcere e favoriscono la formazione e l’espulsione di feci abbondanti e morbide, fattore utile in presenza di emorroidi.

L’amido delle patate crude è utile per curare il nostro corpo anche esternamente, basterà quindi tagliare delle fette spesse di patata e poggiare sulla zona da trattare, per pochi minuti, ma anche per diverse ore; procedimento utile in caso di ustioni leggere, lampi di saldatura, per occhi arrossati o irritati, eritema solare ed è ottima per idratare la pelle secca.

Le patate in Europa prima di essere apprezzate furono temute, infatti non riscossero successo perché, appartengono alla famiglia delle Solanacee, quindi venivano associate ad altri vegetali tipo, melanzane, che fanno parte dello stesso gruppo della pianta velenosa conosciuta con il nome di “belladonna”.

Eppure le patate non vengono quasi mai consumate crude, poiché leggenda vuole siano tossiche, data la presenza della solanina, che oltre ad agire contro insetti e altri agenti infestanti è purtroppo dannosa anche per l’uomo: a 8-12 ore dall’ingestione, infatti, può causare nausea, vomito, diarrea, tachicardia e anche problemi respiratori e del sistema nervoso.

Quindi la leggenda metropolitana sulla pericolosità delle patate crude è vera, però fattore molto importante da dover sapere è che servono 2-3 chili di patate crude per intossicare un adulto di 70-80 chili di peso e dovrebbero essere consumate all’interno dello stesso pasto, poiché la solanina viene progressivamente eliminata dall’organismo dopo l’assorbimento.

Quindi via libera, alla patata cruda appena colta dall’orto? No, meglio comunque affidarsi a un principio di moderata cautela!

Prima di acquistare al mercato le patate bisogna controllare il loro aspetto, per assicurarsi che siano di buona qualità. La buccia deve essere priva di increspature, liscia e di colore uniforme, non deve avere un colore verdognolo segno indicativo di tossicità, se consumate in quantità eccessive e non devono essere presenti punti neri o germogli.

Per tutte le mie ricette riguardanti le patate:

Le patate sono i tuberi più utilizzati nelle cucine italiane e tutti abbiamo sempre una scorta di patate in casa. Ci sono alcuni accorgimenti importanti da sapere per conservarle al meglio e sono:

• devono essere conservate in luogo fresco e asciutto e al riparo dalla luce,

• devono essere lavate accuratamente sotto acqua corrente, in modo da eliminare tutta la terra, prima di essere utilizzate, facendo però attenzione, se la ricetta prevede la consumazione con la buccia, a non lesionarla, dato che la maggior parte dei nutrienti si trovano proprio lì (motivo per cui sarebbe meglio consumare le patate integre), lavatele anche prima di pelarle.

Inoltre, è buona norma appoggiare sempre i tuberi su una superficie pulita e asciutta, poiché, potrebbero assimilare sostanze nocive, dato il loro potere assorbente.

In commercio esistono tantissime varietà di patate, ognuna con le proprie caratteristiche che le rendono più o meno adatte ai diversi usi in cucina, infatti alcune sono più farinose e si sfaldano facilmente, altre invece rimangono più consistenti e sono più resistenti in fase di cottura.

Ecco le più conosciute e facili da trovare al mercato:

A pasta bianca: ricche di amido, la loro consistenza è farinosa e tende a sfaldarsi durante la cottura. Adatte alla preparazione del purè, gnocchi, crocchette, sformati e tutti i composti morbidi a base di patate.

A pasta gialla: compatte, sode e poco farinose, il colore e la consistenza è dovuto alla presenza di caroteni e a differenza della pasta bianca, resistono meglio alla cottura e possono essere cotte in umido, al forno, fritte o lesse. La varietà più pregiata viene coltivata a Uboldo, nella provincia di Varese.

Patate rosse: sono più piccole di dimensione, rispetto alle altre patate e il colore rosso è presente solo sulla buccia, la polpa all’interno è chiara, soda e compatta ed è ideale per ricette che richiedono una lunga cottura. Adatte ad essere lessate, cotte al forno, in umido e fritte. Tra le più conosciute ci sono quelle di Colfiorito (Perugia) e Cetica (Arezzo).

Patate novelle: conosciute anche come primaticce, sono raccolte prima di arrivare a completa maturazione e hanno piccole dimensioni, buccia sottile e la polpa tenera, ideali per chi segue una dieta a basso apporto calorico, poiché hanno un bassissimo contenuto di calorie che le rende adatte per questo consumo. Si possono cuocere con la buccia, dopo averle ben lavate sotto l’acqua corrente e sono ottime arrostite in forno, cotte a vapore o saltate in padella. Non sono adatte invece per il purè, crocchette o gnocchi.

Patate americane o patate dolci: varietà di patate che hanno un sapore particolarmente dolce e delicato. Si può dire che con le altre patate hanno in comune solo il nome, perchè non appartengono neppure alla stessa famiglia. Adatte da cuocere in forno oppure lessate e condite con burro crudo, cosparse di zucchero e cannella.

Patate Vitelotte, nere o viola: la consistenza della polpa è farinosa, infatti si consiglia di utilizzarle insieme anche le patate gialle, in modo da dare più consistenza al piatto e per creare un effetto cromatico. Hanno una forma oblunga e grumosa, la buccia è spessa e la particolarità di queste patate è data dal colore della buccia e della polpa che è viola e dal sapore dolciastro ed in cottura l’acqua diventa bluastra, che una volta raffreddata diventa verdognolo.

Ti è piaciuto questo articolo?

facebook instagram pinterest commenta stampa


Ti suggeriamo:


Nutellini

Nutellini

Come preparare il risotto perfetto

Come preparare il risotto perfetto

Cosa non mangiare e bere prima di un viaggio in aereo

Cosa non mangiare e bere prima di un viaggio in aereo

Plumcake alle mele

Plumcake alle mele

Trucchi e consigli per non fare annerire i carciofi

Trucchi e consigli per non fare annerire i carciofi

Cipolle rosse piatte al forno

Cipolle rosse piatte al forno

Pasticciotto leccese crema e amarena

Pasticciotto leccese crema e amarena

Linguine con acciughe e pomodoro (rivisitata)

Linguine con acciughe e pomodoro (rivisitata)

Tutti i consigli per un cous cous perfetto

Tutti i consigli per un cous cous perfetto

Cozze gratinate

Cozze gratinate


Gli ultimi articoli:


Come sostituire la colla di pesce. Le 8 migliori alternative

Come sostituire la colla di pesce. Le 8 migliori alternative

Quiche zucchine e ricotta

Quiche zucchine e ricotta

Tutti i consigli per un cous cous perfetto

Tutti i consigli per un cous cous perfetto

Zucchine gialle ripiene

Zucchine gialle ripiene

Come conservare i panini farciti per il giorno dopo

Come conservare i panini farciti per il giorno dopo

Cosa non mangiare e bere prima di un viaggio in aereo

Cosa non mangiare e bere prima di un viaggio in aereo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *