4.95/5 (60) Creativa in cucina   4 commenti a “Cavolfiore, benefici, proprietà e valori nutrizionali” 
Stampa o invia la ricetta

Cavolfiore: valori nutrizionali, benefici e proprietà Creativaincucina

Spesso non sappiamo che il cavolfiore è una varietà di Brassica oleracea, caratterizzato da una folta infiorescenza, costituita da numerosi e piccolissimi fiori costipati, chiamata testa oppure palla. L’infiorescenza del cavolfiore può assumere varie colorazioni ( bianca, paglierina, verde, violetta ) e costituisce la parte commestibile dell’ortaggio come anche le lunghe foglie verde scuro, inoltre ha numerose varietà, che si distinguono in base alla maturazione, varietà precocissime (raccolte ad ottobre), precoci (raccolte a novembre – dicembre), invernali (raccolte a gennaio – febbraio) e tardive (raccolte da marzo a maggio); insomma il cavolfiore fa parte di quelli ortaggi che si trovano facilmente e tutto l’anno, al mercato.

In cucina il cavolfiore può essere preparato in vari modi, ad esempio come contorno, quindi bollito o cotto al vapore, ma può essere anche fritto o arrostito, preparato come primo piatto, può essere aggiunto anche alla preparazione di zuppe di verdura e può essere anche mangiato crudo, misto alle insalate ( cicorie, lattughe, indivie, spinaci, cavolo cappuccio o verza, anche questi tagliati sottili, cetriolo, pomodoro, rucola, erba cipollina e infine la cipolla, tagliata sottile e da aggiungere alla fine ) condite con un pizzico di sale, qualche goccia di limone e olio d’oliva; contrariamente a ciò che si pensa, in questo caso si utilizza solo la parte superiore del “fiore”, le cosiddette testine tagliate a fettine molto sottili. Sarà sempre una prelibatezza.

Il cavolfiore è un ortaggio versatile, buono, economico e ricco di vitamine; ecco le mie ricette preparate col cavolfiore!

Valori nutrizionali per una quantità di 100 grammi, proprietà e benefici:

Calorie 25 g, Grassi 0,3 g, Acidi grassi saturi 0,1 g, Acidi grassi polinsaturi 0 g, Acidi grassi monoinsaturi 0 g, Acidi grassi trans 0 g, Colesterolo 0 mg, Sodio 30 mg, Potassio 299 mg, Carboidrati 5 g, Fibra alimentare 2 g, Zucchero 1,9 g, Proteine 1,9 g, Vitamina A 0 IU, Vitamina C 48,2 mg, Calcio 22 mg, Ferro 0,4 mg, Vitamina D 0 IU, Vitamina B6 0,2 mg, Vitamina B12 0 µg e Magnesio 15 mg.

Il cavolfiore è un antiossidante e antinfiammatorio ed è indicato in caso di diabete in quanto contribuisce al controllo della glicemia. Alcuni recenti studi scientifici attribuiscono al cavolfiore anche una proprietà anticancro.

Il centrifugato di cavolfiore è un ottimo rimedio naturale contro il raffreddore, regolano il battito cardiaco perchè tengono sotto controllo la pressione arteriosa, stimolano il funzionamento della tiroide ed è utile nell’alimentazione di chi soffre di colite ulcerosa. Insomma un ortaggio che è davvero un ottimo toccasana!

È utile approfittare delle sue caratteristiche nutritive e consumarlo anche un paio di volte la settimana, per tutto l’inverno e grazie al limitato contenuto calorico e all’elevato potere saziante, il cavolfiore è perfetto per chi segue una dieta dimagrante e per chi vuole mangiare sano.

• Il cavolfiore durante la cottura emana un odore non particolarmente gradevole, per cui ecco un semplice e naturale consiglio della nonna per neutralizzare l’odore: basta poggiare sul coperchio della pentola un pezzo di pane raffermo impregnato nell’aceto.

• Il cavolfiore crudo e non lavato si può conservare in frigorifero per almeno 10 giorni, invece cotto si può conservare a temperatura ambiente o in frigorifero per massimo 2 giorni, altrimenti il suo sapore cambierà notevolmente. Ricordate però che più tempo lo conservate e più si propagherà il suo caratteristico odore.

• Essendo un ortaggio delicato, e quindi facilmente deperibile, si consiglia di consumarlo freschissimo, in questo modo potrete beneficiare pienamente delle sue proprietà.

Cavolfiore: valori nutrizionali, benefici e proprietà Creativaincucina

Ti è piaciuta questa ricetta?

4 commenti a “Cavolfiore, benefici, proprietà e valori nutrizionali”

  1. E’ bene sapere, in cucina, cosa si prepara, si mangia e tutti i benefici, effettivamente neppure io conoscevo tutti i benefici e grazie al tuo sito, che parla di cucina a 360°, ora nella categoria degli ingredienti posso conoscere tutto sugli ingredienti che utilizzo nelle mie ricette. Grazie mille e continua così!

    1. Brava Alda, infatti nella nuovissima categoria ” ingredienti dalla A alla Z ” troverai tanti ingredienti, che sto aggiungendo pian piano, in modo da far conoscere a tutti i loro benefici! A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *

Facebook
YouTube
Instagram
E-mail