4.67/5 (33) vota


Carlo

3 Aprile

16410

Diritti protetti

Come apparecchiare la tavola: le regole del galateo

La mise en place (letteralmente “messa sul posto”) è un termine francese della ristorazione che indica come apparecchiare la tavola. Per un pranzo o una cena elegante, non solo è necessario preparare pietanze di qualità ma altresì è importante presentare una bella tavola apparecchiata nel modo giusto per accogliere gli ospiti nel modo più corretto. A tal proposito è necessario conoscere le regole del bon ton ovvero del galateo e valutare la disposizione di bicchieri, posate e piatti.

Ma partiamo per gradi, perchè innanzitutto la tovaglia da usare (di stoffa) deve essere ben stirata, preferibilmente bianca o avorio, pulita e pendere dai lati in modo omogeneo, di almeno 30 cm.
Importante sarà l’uso del mollettone sotto la tovaglia.

Come apparecchiare la tavola: le regole del galateo

La forchetta dovrà essere posizionata alla sinistra del piatto mentre, cucchiaio e coltello dovranno trovarsi sulla destra. Consiglio posate d’argento e piatti bianchi decorati con finiture dorate. I bicchieri, meglio di cristallo, sono sempre disposti sulla destra e la regola del galateo suggerisce che il bicchiere più alto sia quello più lontano. Le posate da dessert sono disposte in orizzontale alla sinistra dei bicchieri, anche se è
possibile portarle in tavola con il dessert stesso. Il sottopiatto deve essere posizionato ad una distanza di 2 centimetri e mezzo dal bordo del tavolo.
Naturalmente il numero delle posate e dei piatti dipende dal numero delle portate previste, stesso discorso per i bicchieri, ma non dimentichiamo di rispettare la fruibilità della tavola secondo le buone maniere, perchè una buona tavola è anche semplice, comoda ma apparecchiata in modo opportuno.

La decorazione della tavola dovrà seguire lo stile elegante ma sempre sobrio e non eccentrico, consiglio un vaso trasparente e non molto alto, che non ostacola la visuale tra gli ospiti, da decorare con fiori (poco profumati) bianchi con leggere sfumature pastello come orchidee, calle o ortensie. Per le cene è sempre elegante il classico alto candelabro d’argento con candele rigorosamente non profumate.
Se non prevedete di servire vini, il bon ton indica di apparecchiare la tavola solo col bicchiere dell’acqua e quello per lo champagne o spumante.
Sale e pepe devono essere sempre presenti (solo se il menù prevede delle pietanze da condire al momento) su una tavola apparecchiata in modo corretto, mentre stuzzicadenti o simili sono tassativamente banditi. Ricordate che la distanza tra un posto e l’altro deve essere almeno di 50-60cm per far sentire i commensali a proprio agio.




Ti è piaciuto: “Come apparecchiare la tavola: le regole del galateo”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *


SUGGERITE PER TE


Bocconcini di pollo con vellutata di zucca

Bocconcini di pollo con vellutata di zucca

Rotolo di salmone e robiola

Rotolo di salmone e robiola

Nolche al pomodoro

Nolche al pomodoro

Come conservare il torrone

Come conservare il torrone

Come riconoscere il pesce fresco, 8 consigli utili

Come riconoscere il pesce fresco, 8 consigli utili

Linguine con broccoletti e bacon

Linguine con broccoletti e bacon

Purè di patate

Purè di patate

Cozze gratinate

Cozze gratinate

Caramella di persico a vapore, ricetta light

Caramella di persico a vapore, ricetta light

Differenza tra zuppa, minestra, minestrone, crema, vellutata e passato

Differenza tra zuppa, minestra, minestrone, crema, vellutata e passato


ULTIMI ARTICOLI