4.86/5 (7)

4105   20 Settembre   Creativa in Cucina   0 commenti a: “Mela cotogna: proprietà e benefici del frutto dimenticato
Stampa, PDF o invia questa ricetta Stampa o invia la ricetta

Mela cotogna: proprietà e benefici del frutto dimenticato Creativaincucina

La mela cotogna è un frutto tipicamente autunnale, dal sapore acidulo e ricco di proprietà benefiche per la nostra salute, utile e aiuta il nostro corpo a stare bene fisicamente, ma è un frutto attualmente da molti quasi dimenticato, meno commerciale.

Le mele cotogne hanno la buccia dura e un po’ pelosa, per molti un aspetto davvero poco invitante, eppure queste mele sono ottime per preparare decotti, confetture e gelatine.
A differenza delle altre mele, questa variante non è estremamente buona da mangiare cruda (poi dipende anche dalla varietà), anche se apporta molti benefici al nostro organismo.

Per le mie ricette riguardanti la mela cotogna:

I frutti del cotogno si chiamano cotogne e in particolare le varietà a forma rotondeggiante, quindi come una mela, sono chiamate mele cotogne, mentre quelle con la forma più allungata sono dette pere cotogne.

Alcune varietà del cotogno sono: cotogno De Bourgeaut (varietà statunitense), cotogno Ludovic (dai frutti molto grandi), cotogno gigante Poviglio (varietà tipica italiana), cotogno gigante di Vranja (produce frutti grossi e dal buon aroma) e cotogno Van Deman (produce frutti grandi, giallo/arancio chiaro dal buon sapore).

La mela cotogna cresce su un albero da frutto chiamato il cotogno, esattamente “Cydonia oblonga Mill” appartenente alla famiglia delle Rosacee. Il cotogno è uno dei più antichi alberi da frutto conosciuti ed era già coltivato nel 2000 a.C. dai Babilonesi. I Greci lo consideravano un frutto sacro ed era coltivato anche durante tutta l’epoca romana.

Ai nostri giorni la mela cotogna è un frutto che si vede poco sui banchi del fruttivendolo e quindi non è sempre facile da trovare, infatti è stato per molto tempo un “frutto dimenticato”. Però date le sue tante proprietà benefiche e curative, negli ultimi tempi è stato da alcuni riscoperto.

La mela cotogna è una grande alleata per curare lo stomaco e intestino, favorisce la digestione, svolge un’azione lassativa perchè ricca di fibre che aiutano in caso di stipsi e di infezioni gastrointestinali, ha proprietà antinfiammatorie dell’apparato digerente e prevenire l’anemia (se mangiata cruda), aiuta a rimineralizzare i denti, prevenendo la carie, favorisce la prevenzione di malattie cardiovascolari perchè aiuta a tenere sotto controllo il colesterolo cattivo proteggendo il cuore e la glicemia, ha proprietà emollienti, antibatteriche, rinforza il sistema immunitario ed è utile in caso di anemia. La mela cotogna è un ottimo rimedio anche contro stanchezza e come ricostituente, ideale nel periodo post-influenzale, previene il cancro al colon e libera il corpo dalle tossine e aiuta anche a prevenire i tumori.

Inoltre, l’olio essenziale della mela cotogna, aiuterebbe a stimolare il desiderio sessuale funzionando come afrodisiaco: basterebbe applicarne poche gocce sul corpo.

Ma i benefici della mela cotogna si estendono anche alla nostra pelle, infatti, i semi, grazie al contenuto di mucillagini idratano la pelle e prevengono le rughe.

Utile per i capelli, i semi di mela cotogna si possono utilizzare per realizzare un gel per capelli che potrà essere utilizzato per modellare la chioma ma anche come antiforfora.

Preparazione del gel: Prendete un cucchiaio di semi di mela cotogna e fateli bollire in un pentolino con 250 ml di acqua per 15 minuti. Il risultato sarà un composto dalla consistenza gelatinosa che, appena raffreddato, dovrete filtrarlo e solo allora potete utilizzarlo. Può essere conservato in frigo.

Se con lo stesso procedimento sostituite i semi aggiungete le foglie della mela cotogna, creerete il decotto, che svolge un’azione rinforzante e dona ai capelli colorati una bella tonalità scura.

La mela cotogna inoltre, è anche ricca di sali minerali e vitamina A, B, C e PP, contiene pochi zuccheri ed ha pochissime calorie, infatti 100 grammi di mela contiene solo 26 calorie, per questo è adatta a chi vuole dimagrire e a chi soffre di diabete.

Il sapore acidulo della mela cotogna è dovuto all’acido malico, mentre i tannini ne accentuano l’asprezza.

Ci sono tantissime ricette che riguardano anche la tradizione, tutte buone e fatte in casa con preparazione tradizionale (clicca ► QUì ◄ per conoscere le altre mie ricette).

Solitamente la mela cotogna viene consumata cotta, in quanto cruda ha un sapore acidulo e una consistenza dura, nonostante dia molti benefici se consumata cruda, che rende difficile tagliarla ma anche morderla.

Ecco le ricette più comuni:

Il decotto utile per mal di gola e tosse: Lavate e tagliate a pezzetti una mela cotogna e fatela poi bollire, in 200 ml di acqua calda per 10 minuti, infine filtrate e aggiungete un po di miele.

Merenda antica o dessert dopo i pasti: tagliate a pezzetti la mela cotogna. Riempite un piccolo pentolino di acqua e aggiungete un cucchiaio di zucchero di canna e una stecca di cannella e appena inizierà a bollire aggiungete anche i pezzi di mela cotogna, fate cuocere finchè la mela sarà morbida.

Confettura di mele cotogne: bollite le mele prima, successivamente sbucciatele e prelevate solo la polpa e a questo punto cuocetele direttamente con lo zucchero e il succo di limone per 1 o 2 ore a fuoco basso, come una classica confettura.

La cotognata: è una confettura che è una via di mezzo tra una confettura e una gelatina che si prepara solo con mele cotogne. Fate bollire in acqua le mele cotogne precedentemente pulite e sbucciate. Una volta morbide, riducetele in purea e cuocete ancora unendo lo zucchero e il succo di limone (la proporzione è di 1 kg di mele pulite per 700 g di zucchero) cuocete finchè il tutto si addensi bene.

• Marmellate: La mela cotogna è ricca di pectina che gli conferisce proprietà gelatinizzanti e addensanti, infatti è utile per la preparazione di conserve e marmellate. Aggiungete 1 mela cotogna a un chilo di frutta, aiuterà ad addensare evitando di utilizzare prodotti chimici artificiali.

Questa sorta di confettura può essere consumata così com’è ma può essere anche conservata in un luogo asciutto, freddo e poi lasciata indurire per alcuni giorni per poi essere tagliata a pezzettini e consumata come fossero delle caramelle gelatinose, che sono ottime anche accompagnate da formaggi a pasta dura.

• La mela cotogna viene anche utilizzata per la preparazione di un delizioso liquore digestivo, ottimo da servire a fine pasto.

• Una volta cotta, la mela cotogna viene utilizzata come ingrediente aggiunto a crostate, torte, nelle creme per i dolci, ma anche per la preparazione di arrosti di carne.

La mela cotogna è un frutto che si ossida facilmente e in poco tempo, per cui tagliatela solo al momento di cucinarla o utilizzarla, ed appena tagliata vi consiglio di immergerla in acqua acidulata col limone, così da rallentare il processo di ossidazione.

Ti è piaciuto questo articolo?

Potrebbero piacerti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *