4/5 (7) vota


Creativa in cucina

2 Ottobre

1546

Diritti protetti

Mirtilli proprietà e valori nutrizionali Creativa in cucina

Il mirtillo (Vaccinium Myrtillus) è una pianta appartenente alla famiglia delle Ericacee i cui piccoli frutti (le bacche) sono molto utili per il nostro corpo. La bacca grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e vasodilatatorie aiuta a curare i disturbi del sistema cardiocircolatorio.

Le bacche del mirtillo contengono acidi organici come malico, citrico, ecc. inoltre contengono zuccheri, tannini, pectina e sono ricchi di vitamine A, C e in piccole quantità anche la vitamina B1,B2,PP e di sali minerali essenziali per il nostro organismo (calcio, fosforo, ferro, sodio e potassio) che conferiscono alle bacche un’azione antiossidante. Inoltre sono presenti anche i glucosidi antocianici (mirtillina) che danno al mirtillo il caratteristico colore, riducono la permeabilità dei vasi capillari e rafforzano la struttura del tessuto connettivo, che sostiene i vasi sanguigni, migliorandone l’elasticità e il tono. I mirtilli aiutano a ridurre i problemi di fragilità capillare, per la circolazione del sangue e per la vista e aumentano la velocità di rigenerazione della porpora retinica (la rodopsina) degli occhi, che è il pigmento della retina, essenziale per la visione in condizioni di scarsa luminosità, acuendo la vista specialmente la sera, quando c’è poca luce..

Grazie al contenuto di sostanze antiossidanti, contribuiscono a prevenire l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento e della degenerazione cellulare alla base di molte malattie, aiutano a ridurre l’ossidazione delle particelle di colesterolo LDL.

Ai mirtilli vengono riconosciute le antocianine che hanno un effetto antisettico utile nel trattamento della diarrea, delle coliche dolorose addominali e delle cistiti. Hanno proprietà antinfiammatorie e sono utilizzati soprattutto nella prevenzione e nella terapia delle infezioni a carico delle vie urinarie in particolare della cistite e l’adesione dei colibacilli alla parete dell’intestino e della vescica, eliminando infezioni urinarie e intestinali, provocate dall’alterazione della flora batterica.

Le foglie del mirtillo contengono tannino, glucosidi flavonoidi e glucochina, sostanza che abbassa il glucosio (zuccheri) nel sangue, possiedono effetti astringenti e antidiarroici, ma sono anche ipoglicemizzanti; consigliate a chi soffre di diabete, in quanto consentono di ridurre le dosi di farmaci per via orale o quelle di insulina.

100 g di mirtilli contengono 25 kcal / 103 kj di cui:
Acqua 85 g, Carboidrati 5,1 g, Zuccheri 5,1 g, Proteine 0,9 g, Grassi 0,2 g, Colesterolo 0 g, Fibra totale 3,1 g, Sodio 2 mg, Potassio 160 mg, Ferro 0,7 mg, Calcio 41 mg, Fosforo 31 mg, Vitamina B1 0,02 mg, Vitamina B2 0,05 mg, Vitamina B3 0,5 mg, Vitamina A 13µg, Vitamina C 15 mg.

I mirtilli possono essere neri (Vaccinium myrtillus) o rossi (Vaccinum vitis idea) ed entrambi appartengono alla famiglia delle Ericacee. Sono frutti tipici del sottobosco e si raccolgono in agosto, infatti crescono nella zona submontana e montana. È frequente nelle Alpi e si rinviene nell’Appennino fino all’Abruzzo, si trova nei boschi e nelle brughiere.

Mirtilli proprietà e valori nutrizionali Creativa in cucina

I mirtilli sono dei frutti (bacche) davvero molto delicati, solitamente si trovano racchiusi in vaschette già pesate, ma per essere certi che siano freschi, dato che non potete aprire le confezioni prima dell’acquisto, consiglio di guardare il colore, che dev’essere viola chiaro e non scuro e le bacche non devono avere nessuna macchia. Ovviamente anche il movimento nel sacchetto può rovinarle, quindi, vi consiglio di consumarle nell’arco di 24 ore.

I mirtilli sono ottimi da mangiare da soli ma molto usati in cucina per preparare marmellate, gelatine ma anche per farcire i dolci, in particolare crostate e semifreddi. Le bacche di mirtillo sono molto delicate, quindi per una conservazione più lunga si possono surgelare, in piccoli porzioni, conservandole tutto l’anno e utilizzarle all’occorrenza.

I mirtilli solitamente in cucina sono utilizzati per preparare dolci, ma si possono utilizzare anche per preparare un risotto gourmet diverso dal solito e dal sapore molto particolare.

Ingredienti per 4 persone:

400 g di riso Carnaroli,
100 g di mirtilli freschi,
2 cucchiai di olio d’oliva,
1 litro di brodo vegetale,
½ bicchiere di vino rosso,
1 cucchiaio di panna fresca,
1 cucchiaio di parmigiano.

Procedimento:

• Fate appassire per un paio di minuti a fiamma dolce i mirtilli (precedentemente sciacquati sotto acqua corrente), in una padella antiaderente con un filo di olio d’oliva. Aggiungete il riso e sfumate col vino.

• Irrorate spesso col brodo vegetale precedentemente preparato e proseguite la cottura finchè il riso sarà quasi cotto.

• Aggiungete infine la panna fresca e mantecate col parmigiano. Servite caldo.


Scopri le ricette con l’utilizzo del mirtillo:

mirtilli1 creativaincucina

Inoltre potrete preparare o trovare in negozi specializzati (tipo erboristeria):

Il succo madre: mescolare 1 cucchiaio di succo madre (bacche di mirtillo spremute senza l’aggiunta di acqua e zuccheri) in mezzo bicchiere d’acqua, al mattino a digiuno; ottimo per problemi legati alla microcircolazione.

Succo di mirtillo: 1 cucchiaio al mattino a stomaco vuoto per contrastare i problemi della microcircolazione.

Estratto secco titolato: 60-120 mg è il dosaggio giornaliero da assumere lontano dai pasti.

Decotto di mirtillo: 70 g di bacche fatte bollire in 1 litro d’acqua per almeno 5 minuti.

Tintura madre: 40 gocce 2 volte al giorno in un bicchiere d’acqua utili per stimolare le funzioni gastriche e anche come antisettico.

Macerato glicerinato giovani getti: 40-50 gocce in due somministrazioni giornaliere, lontano dai pasti, ottimo come antinfiammatorio e per regolare la motilità intestinale.

In tutto ciò che mangiamo c’è da conoscere anche le eventuali controindicazioni, infatti l’estratto secco di mirtillo nero ha azione diuretica e può favorire la formazione di calcoli renali da ossalati e fosfati a chi ne è predisposto.

condividi instagram pinterest commenta stampa



Ti è piaciuto: “Mirtilli proprietà e valori nutrizionali”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *


SUGGERITE PER TE


Carciofi fritti

Carciofi fritti

Pepe nero… non solo a tavola

Pepe nero… non solo a tavola

Trofie gorgonzola e noci

Trofie gorgonzola e noci

Mezzi gomiti fumè

Mezzi gomiti fumè

Pasta e patate gratinata al forno

Pasta e patate gratinata al forno

Spiedini di zucchine farcite alla carne

Spiedini di zucchine farcite alla carne

Sformato di cavolfiore

Sformato di cavolfiore

Come conservare i panini farciti per il giorno dopo

Come conservare i panini farciti per il giorno dopo

Castagne, proprietà e valori nutrizionali

Castagne, proprietà e valori nutrizionali

Come conservare il sedano più a lungo

Come conservare il sedano più a lungo


ULTIMI ARTICOLI