4.93/5 (54)

555   16 dicembre   Creativa in Cucina   0 commenti a: “Cime di rapa, benefici, proprietà e come pulirle
Stampa, PDF o invia questa ricetta Stampa o invia la ricetta

Cime di rapa Creativaincucina

Le cime di rapa sono un ortaggio tipico dell’agricoltura italiana, coltivato maggiormente in tre regioni: la Puglia il Lazio e la Campania; il 95% dell’agricoltura è dedicata a questa pianta chiamata anche “Brassica rapa”, coltivata in autunno e inverno, dato che si produce principalmente con le basse temperature. Gli emigrati italiani hanno esteso questa coltivazione anche all’estero, per cui ora si può trovare facilmente anche negli Stati Uniti d’America e in Australia.

Le cime di rapa sono un tipo di ortaggio molto consumato in cucina, nonostante abbiano un sapore leggermente amarognolo. Si possono mangiare le foglie e i fiori (cimette) che si trovano tra le foglie. Spesso vengono confuse con i friarielli campani. Una volta acquistate vanno pulite accuratamente e vanno necessariamente consumate cotte.

Per le mie ricette riguardanti le cime di rapa:

Queste verdure oltre ad essere molto buone sono anche sane, infatti le cime e le foglie di rapa sono alimenti a basso apporto energetico, contengono sali minerali, carboidratiferrovitamina A, B6, B12C D, calcio, fibre alimentarifosforo, potassio, non contengono colesterolo, numerosi sono gli antiossidanti e gli aminoacidi, i polifenoli, flavonoidi, omega 3, acido folico e carotenoidi, anche un ottimo disintossicante naturale per depurare l’organismo e liberarlo dalle tossine.

Le calorie sono equamente distribuite tra fruttosio e proteine a basso valore biologico e oltre ad essere prive di colesterolo, contengono un buon apporto di fibra alimentare.

Con le cime di rapa si posso preparare svariate ricette, ma sicuramente la più conosciuta sono le: orecchiette con cime di rapa; un gustoso primo piatto tipico della Puglia ed apprezzato anche in tutta Italia. Per chi preferisce un piatto light si possono preparare ad esempio anche le cime di rapa bollite (stufate) magari associate anche a delle zuppe, tipo zuppa di ceci. Sopratutto durante eventi natalizi si accostano benissimo al calzone di seppie oppure alle frittelle, assicurando un abbinamento davvero ottimo!

Innanzitutto bisogna acquistare cime di rapa durante la stagione esatta (privilegiate la verdura di stagione) e poi consiglio di prendere quelle con le foglie verde brillante, consistenti e che abbiano gli steli sottili ma sodi. Inoltre le infiorescenze devono essere chiuse e senza parti gialle.
Per iniziare bisogna eliminare i gambi duri, le foglie doppie e più scure; si utilizzeranno solo i fiori (cimette) e le foglie tenere. Mentre le pulite mettetele in una ciotola capiente, piena di acqua fresca e lasciatele riposare per 5 minuti circa. Successivamente sciacquatele passandole in un’altra ciotola, eliminando la prima acqua e riempite nuovamente la ciotola di acqua fredda.

Come pulire le cime di rapa ricetta di Creativaincucina

Ripetendo questo procedimento avremo eliminato i residui di terra. Ora sono pronte per essere cotte.

Volendo si possono pulire e metterle in un sacchetto di plastica (senza lavarle), chiuderlo e tenerlo in frigo per non più di 2 giorni. Un modo semplice per poter pulire le cime di rapa quando si ha tempo e prepararle in un secondo momento!

Come pulire le cime di rapa ricetta di Creativaincucina

Ovviamente le laverete prima della cottura, non prima di metterle nel sacchetto. Altrimenti si svilupperà la muffa e non saranno più commestibili.

Semplicemente buone le cime di rapa! Ora puoi preparare le cime di rapa senza dubbi! Se ti son piaciuti questi miei consigli, condividili con i tuoi amici e iscriviti gratuitamente alla mia newsletter per restare sempre aggiornati a nuove ricette facili veloci e tutte da gustare!

Ti è piaciuto questo articolo?

Potrebbero piacerti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *