4.92/5 (50)

facebook instagram pinterest commenta stampa

24 Luglio
2 commenti
3251

Capperi sott'aceto preparazione di Creativaincucina

I capperi in realtà sono dei boccioli di bellissimi fiori, ma le proprietà aromatiche sono nel bocciolo ancora chiuso. I capperi, grazie alle loro proprietà terapeutiche e nutrizionali, da millenni sono utilizzati per aromatizzare le pietanze e si sposano bene con una grande varietà di cibi: dalla carne, al pesce, alla pasta. Da anni in famiglia utilizziamo questo metodo, piuttosto semplice ma dai risultati veramente soddisfacenti. Provate questa mia preparazione e otterrete degli ottimi risultati.

Sono un alimento con poche calorie, 100 grammi hanno una resa pari a 23 kcal. Grazie alla grande quantità di quercetina, i capperi svolgono una funzione anti infiammatoria e sono anche una buona fonte di vitamina E che aiuta le cellule a mantenere la loro integrità, inoltre rafforzano il nostro sistema immunitario e idratano la pelle.

Leggi anche: Pomodori secchi sott’olio, fatti in casa con metodo naturale

 Difficoltà: bassa       Preparazione: 10 minuti       Costo piatto: basso

capperi,

 sale grosso,

 aceto di vino bianco,

 acqua.

** le dosi variano in base alla quantità dei capperi utilizzati **

• Lavate i capperi sotto acqua corrente, poneteli in una ciotola e aggiungete abbondante sale grosso, ben distribuito con i capperi. Mescolate ben bene e chiudete la ciotola. Lasciate riposare per un mese e di rado mescolate.

♦ Trascorso il mese, ed appena vedrete i capperi di colore verde scuro, ciò vuol dire che sono pronti per essere sistemati nell’aceto.

• Riempite una ciotola con acqua fresca, versate all’interno i capperi sottosale e mescolate ben bene in modo che il sale grosso si stacchi dai capperi (se serve sciacquateli più di una volta). Colateli per bene, successivamente prendete il vasetto di vetro sterile e iniziate a riempirlo di capperi, lasciando 1 cm dal bordo. Ricoprite totalmente i capperi con l’aceto e chiudete il vasetto ermeticamente. Lasciate insaporire per 1 settimana e successivamente potrete utilizzare i capperi per le vostre ricette.

• Dopo qualche giorno i capperi lasceranno la loro acqua di vegetazione, colatela e richiudete.

• Fate attenzione a coprire interamente i capperi con abbondante aceto, altrimenti rischierete la formazione di muffe in superficie.

Una preparazione molto semplice, facile e veloce per un ottimo risultato. Se questa mia preparazione ti è piaciuta condividila con i tuoi amici.

Ti è piaciuto questo articolo?

facebook instagram pinterest commenta stampa


Ti suggeriamo:


Linguine ai frutti di mare

Linguine ai frutti di mare

Pesche dolci all’Alchermes

Pesche dolci all’Alchermes

Crespelle con crema di asparagi

Crespelle con crema di asparagi

Ciambellone marmor dolce

Ciambellone marmor dolce

Salmone al forno con verdure

Salmone al forno con verdure

Vellutata di piselli con uovo

Vellutata di piselli con uovo

Come conservare i panini farciti per il giorno dopo

Come conservare i panini farciti per il giorno dopo

Le chips di patate al microonde in 5 minuti

Le chips di patate al microonde in 5 minuti

Insalata di polpo

Insalata di polpo

Pesto zucchine e mandorle

Pesto zucchine e mandorle


Gli ultimi articoli:


Salmone in umido

Salmone in umido

Pepe nero… non solo a tavola

Pepe nero… non solo a tavola

Le 10 cose che puoi fare col miele

Le 10 cose che puoi fare col miele

Spesa sostenibile, 15 consigli utili

Spesa sostenibile, 15 consigli utili

Nuvolette di zucchine

Nuvolette di zucchine

Castagne, proprietà e valori nutrizionali

Castagne, proprietà e valori nutrizionali


2 commenti a “Capperi sott’aceto”

  1. Mio nonno in campagna aveva la pianta dei capperi e noi cerchiamo di tenerla ancora in vita. Però la preparazione dei capperi l’ha sempre fatta lui e con molta semplicità ma ora che non c’è più non sapevo come prepararli ma in maniera semplice, come la sua.
    Su internet ho trovato altre procedimenti, ma sinceramente troppo lunghi per noi che lavoriamo, invece questa tua preparazione è davvero semplice e molto veloce, che mi sembra come quella di mio nonno! Lui non dedicava molto tempo alla preparazione dei capperi ma quando li utilizzavamo nelle ricetta erano buonissimi e dal sapore particolare!
    Quindi cara, grazie per la tua preparazione e da ora ti seguo nella tua newsletter!

    1. Ti ringrazio Gianfranca, anche io ho imparato questo procedimento da mia nonna ed è davvero molto semplice, che anche le meno esperte in cucina possono con estrema facilità preparare questa conserva fatta in casa e che potrebbe durare per tutto l’anno e oltre! Grazie mille per seguirmi, così resterai sempre aggiornata alle mie nuove ricette, a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *