4.69/5 (13)

facebook instagram pinterest commenta stampa

6352   22 Agosto   Creativa in Cucina   4 commenti a: “Torrone alle mandorle ricetta della nonna

Torrone alle mandorle ricetta della nonna ricetta di Creativaincucina

Il torrone alle mandorle, chiamato anche in dialetto siciliano “Minnulata“, e in alcune zone d’Italia “Croccante alle mandorle“, è un dolce croccante a base di mandorle caramellate, protagoniste del sapore e della croccantezza. La preparazione è davvero molto semplice e veloce. Viene preparato in moltissime regioni d’Italia, specialmente al centro-sud e tutte le ricette vantano una tradizione e una preparazione peculiare.

Questa ricetta è di mia nonna, realizzata dopo aver essiccato le mandorle al sole durante il mese caldo di Agosto. Sono utilizzabili per preparare tanti sani dolcetti con le mandorle, in questo nostro caso il torrone. Molti adorano sgranocchiarlo prevalentemente in occasione di eventi popolari, come ad esempio sagre o feste patronali, acquistato spesso in piccoli negozi o bancarelle in grado di richiamare, col suo profumo travolgente, tanta gente per strada sia durante l’estate che durante il periodo natalizio. In alcune zone d’Italia è realizzato anche con l’aggiunta di pistacchi.

 Difficoltà: bassa       Cottura: 15 minuti       Preparazione: 5 minuti*

 Costo piatto: mediobasso       Dosi: circa 500 g di torrone

* + 1ora circa per raffreddare.

250 g di mandorle secche*,

250 g di zucchero semolato.

* Potete utilizzare anche le mandorle fresche.

Utensili utilizzati: cucchiaio in legno, teglia da forno antiaderente, 2 fogli di carta forno, casseruola antiaderente, mattarello.

• Sistemate le mandorle nella teglia da forno e successivamente tostatele in forno statico, per 5 minuti a 180°.

• Nel frattempo sciogliete a fuoco basso lo zucchero nella casseruola, mescolando continuamente. Appena sarà completamente sciolto unite le mandorle tostate e ancora calde. Fate amalgamare bene il tutto e togliete dal fuoco.

• Versate il tutto su una spianatoia ricoperta di carta forno, coprite con dell’altra carta forno e con l’aiuto di un mattarello appiattite leggermente (scoprite altri modi per appiattire e la conservazione nei ▼ consigli).

• Togliete la carta forno da sopra e lasciate intiepidire. Appena lo zucchero sarà quasi cristallizzato tagliate il torrone con un grande coltello e ricavate dei quadrati della dimensione che preferite.

• Fate raffreddare completamente, dividete e staccate i quadrati dalla carta forno sottostante e a questo punto il torrone alle mandorle è pronto per essere gustato.

Torrone alle mandorle ricetta della nonna ricetta di Creativaincucina

BUON APPETITO!

• A chi non piace, può utilizzare anche le mandorle già spellate e tostate.

Alcuni metodi per appiattire:

• Potete livellare con un’arancia o un limone: lavate l’arancia intera e appiattite leggermente il torrone alle mandorle (senza l’aggiunta di carta forno) in questo modo gli oli essenziali racchiusi nella buccia degli agrumi rilascerà un gradevole aroma di agrumi sul torrone alle mandorle.

• Potete appiattire con un cucchiaio di legno (senza l’aggiunta di carta forno).

Conservazione:

• La conservazione del torrone alle mandorle richiede qualche accorgimento. Una volta freddo avvolgete i quadrati nella carta forno, distanziandoli con questa, uno dall’altro, così eviterete che si attacchino tra di loro e successivamente nella stagnola.

A questo punto scegliete la conservazione: 

• Sistemate in un recipiente con coperchio e posizionate il contenitore in un luogo fresco e asciutto.

• Conservate per qualche giorno in frigorifero.

Ricordate che col caldo lo zucchero caramellato tende a sciogliersi facilmente.

Ti è piaciuto questo articolo?

facebook instagram pinterest commenta stampa



4 commenti a “Torrone alle mandorle ricetta della nonna”

  1. Che bontà, mi ricorda quando ero piccolo e mia nonna preparava questo torrone! E che profumo si sprigionata in casa, ahhh vecchi e dolci ricordi.

  2. Buonooo mi ricorda la fiera, la festa patronale della mia città. Grazie per la ricetta, lo preparerò anche a casa. Un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *