4.85/5 (60)

condividi instagram pinterest commenta stampa

5 Ottobre
2 commenti
4514

Come preparare il caramello classico, secco e salsa mou ricetta di Creativaincucina

Preparare il caramello è davvero molto semplice. Durante la preparazione però c ‘è da fare attenzione, in quanto lo zucchero sciogliendosi diventa davvero molto caldo!

Ci sono svariati modi di preparazione, io in questo mio articolo vi spiego 3 procedimenti, ovvero il Caramello classico, Caramello secco e salsa al Caramello (salsa mou). Molto buona e versatile è la salsa mou, infatti si possono preparare anche delle deliziose caramelle o dolci molto gustosi! Direi che questo articolo è dedicato proprio ai più golosi! Comunque con il caramello si possono decorare anche molte vostre preparazioni, come ad esempio realizzare delle simpatiche formine particolari per risaltare il piatto di portata di un dessert.

Leggi anche: Tortino al cioccolato con cuore morbido

Iniziamo con il:

Caramello classico:

250 g di zucchero semolato,

 50g di acqua.

• In un pentolino, alto di acciaio, versateci lo zucchero e cuocete a fiamma moderata e mescolate finchè lo zucchero inizierà a sciogliersi e l’acqua ad evaporare; a questo punto inizierà lo zucchero a caramellarsi. Una volta sciolto è di colore chiaro ma se lo fate cuocere ancora per un po diventerà gradatamente color ambra. Ora spetta a voi scegliere quale colorazione vi piace, ma fate attenzione a non bruciarlo perchè poi sarà inutilizzabile! Per cui il colore non deve essere molto scuro.

* Se in casa avete il termometro da cucina dovete sapere che la cottura per il caramello non dovrà superare mai i 175°C.

• A questo punto toglietelo dal fuoco e poggiate il pentolino qualche secondo sul ghiaccio, in questo modo avrete bloccato la cottura. Ora potete far scatenare la vostra creatività realizzando su un pezzo di carta forno delle carinissime formine che una volta fredde abbelliranno il vostro piatto.

• Quando mescolate il caramello fate attenzione ad utilizzare sempre o un cucchiaio o frusta da cucina in acciaio o metallo, mai in plastica o legno, perchè quando il caramello si cristallizzerà sarà inutilizzabile, invece col metallo o acciaio potrete tranquillamente rimuovere il caramello.

• Se dovete realizzare le formine per abbellire il piatto di portata, dovrete preparare il caramello poco prima e utilizzarlo tutto, perchè il caramello non può essere conservato dato che teme l’umidità.

• Per scrostare il caramello dalla pentola basta riempire la pentola di acqua calda e qualche goccia di aceto, e tutto si scrosterà!


Caramello secco:

 zucchero semolato q.b.

• In un pentolino, alto di acciaio, cuocete a fuoco basso un cucchiaio di zucchero semolato, ed appena sarà sciolto aggiungete un’altro cucchiaio; continuerete così finchè otterrete la quantità che desiderate, di caramello. Per questa preparazione, dovrete semplicemente, mentre cuoce, ruotare lentamente il pentolino sul fuoco, non dovete mescolare col cucchiaio, in quanto non c’è acqua ma solamente zucchero!

•Appena sarete arrivati alla quantità di caramello desiderata, continuate a ruotare il pentolino su se stesso, e come per il caramello classico, appena lo zucchero sarà sciolto, il tutto sarà pronto ma in questo caso la colorazione sarà color ambra quasi da subito, non cambierà gradualmente il colore; ovviamente come ho scritto nell’altro procedimento non dev’essere più scuro del color ambra, e per chi possiede il casa il termometro da cucina non deve mai superare i 175°C, altrimenti si brucerà e sarà inutilizzabile.

(Per bloccare la cottura basta poggiarlo qualche secondo sul ghiaccio).

Ora potete realizzare su un pezzo di carta forno le formine che più vi piacciono. Lasciate raffreddare e appena la formina di caramello si sarà raffreddata è pronta per decorare il vostro piatto.

• Questo procedimento è un pochino complicato per le meno esperte in cucina, perchè far ruotare il pentolino col caramello bollente è davvero un pò pericoloso, invece col procedimento classico sarà l’acqua a stemperare leggermente la cottura.

• Per scrostare il caramello dalla pentola basta riempirla di acqua calda e qualche goccia di aceto e tutto si scrosterà!


Salsa al caramello (salsa mou):

100 g di zucchero semolato,

150 g di panna fresca,

80 g di burro tagliato a cubetti,

1 pizzico di sale doppio.

Preparare la salsa al caramello è semplice, perchè praticamente è il proseguo di entrambi i procedimenti precedenti. Qualunque procedimento avrete scelto se ad esempio non volete realizzare formine, ma volete preparare delle caramelle mou oppure preparare semplicemente la salsa di caramello, utile per altre ricette di dolci, dovete continuare, magari iniziando leggermente prima che si oscurisca troppo il caramello, aggiungendo semplicemente il burro (il caramello inizierà a bollire energicamente, ma tranquille, appena il burro si scioglierà tornerà tutto alla normalità) e mescolate con la frusta da cucina, facendo attenzione ai bordi del pentolino in modo che il caramello non si cristallizzi. Appena il burro sarà completamente sciolto aggiungete la panna e un pizzico di sale e continuate a mescolare; amalgamate il tutto finchè il caramello sarà diventato cremoso. A questo punto togliete dal fuoco e fate raffreddare per 5/10 minuti circa.

• Appena la salsa al caramello sarà tiepida, versatela in un barattolo di vetro con chiusura ermetica e lasciatelo svaporare finchè sarà completamente a temperatura ambiente.

• Se volete realizzare le caramelle, utilizzate gli stampini in silicone da cucina e versate il composto, fate raffreddare e successivamente le caramelle al mou saranno pronte per essere mangiate!

• Se la salsa al caramello avrà dei grumi (poco probabile) prima di versarla nel barattolo in vetro, passatela attraverso un colino da cucina, così eliminerete gli eventuali grumi.

• Potrete conservare questa salsa per circa due settimane in un barattolo in vetro chiuso col tappo ermetico ed anche in frigo.

• Prima di utilizzare la salsa per qualche ricetta dovete prima scaldarla.

• Per scrostare il caramello dalla pentola basta riempirla di acqua calda e qualche goccia di aceto, e tutto si scrosterà!

Sicuramente 3 metodi utili per preparare del buon caramello e caramelle genuine fatte in casa. Se ti piace questo mio articolo, condividilo con i tuoi amici e iscriviti gratuitamente alla mia newsletter per tutti gli aggiornamenti in cucina.

Ti è piaciuto questo articolo?

condividi instagram pinterest commenta stampa


Ti suggeriamo:


Pesto di pomodori secchi

Pesto di pomodori secchi

Crespelle al formaggio ricetta base

Crespelle al formaggio ricetta base

Come dissalare il baccalà

Come dissalare il baccalà

Cozze, benefici, proprietà, curiosità e come pulirle

Cozze, benefici, proprietà, curiosità e come pulirle

Crocchette di patate e pancetta

Crocchette di patate e pancetta

Riso Venere proprietà, valori nutrizionali e come cuocerlo

Riso Venere proprietà, valori nutrizionali e come cuocerlo

Salmone ai funghi

Salmone ai funghi

Penne con funghi e robiola

Penne con funghi e robiola

Nutellotti

Nutellotti

Crostini con pesto di pomodori secchi

Crostini con pesto di pomodori secchi


Gli ultimi articoli:


Zuppa di fagioli borlotti

Zuppa di fagioli borlotti

Baccalà in umido

Baccalà in umido

Ciambellone di spinaci

Ciambellone di spinaci

Tortelli di Carnevale

Tortelli di Carnevale

Come lavare i vetri in modo veloce e senza lasciare aloni

Come lavare i vetri in modo veloce e senza lasciare aloni

3 metodi per congelare in modo corretto la cheesecake

3 metodi per congelare in modo corretto la cheesecake


2 commenti a “Come preparare il caramello classico, secco e salsa mou”

  1. Mmmh adoro le caramelle al mou e adoro il caramello sul gelato, grazie mille, spieghi davvero molto bene, e leggendo le tue preparazioni sembra davvero molto facile. Grazie ancora e buona serata.

    1. Si infatti Rosy, è davvero ottimo il caramello sul gelato o su una torta! Grazie mille, mi impegno perchè le mie ricette siano il più semplice possibile! Buona serata anche a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *