5/5 (51)

condividi instagram pinterest commenta stampa

30 Settembre
2 commenti
4469

Cruffin realizzati con pasta di Croissant Creativaincucina

Il cruffin, cioè croissant in stile muffin è un pasticcino davvero straordinario e molto goloso! Non è un pasticcino di tradizione molto antica, infatti è stato creato a Melbourne nel 2013 e successivamente reso popolare nella città di San Francisco, dal pasticciere australiano ” Ry Stephen ” nel 2014.

La sfoglia è la stessa con il quale si preparano i croissant, per cui non è semplice da preparare, ma il risultato finale dei cruffin e la super golosità, rendono il tutto piacevole. Possono essere guarniti con crema pasticcera, nutella, marmellata e tante altre creme che più vi piacciono! Ottimi caldi a colazione da affiancare a latte o caffè, ma anche a merenda!

Leggi anche: Cookies con gocce di cioccolato all’americana

 Difficoltà: media       Cottura: 18 / 20 minuti       Preparazione: 6 / 7 ore*

Costo piatto: basso       Dosi: 10 Cruffin       

* Non vi preoccupate della preparazione lunga, perchè il vostro intervento richiede tempi brevi.

300 g farina,

200 g farina manitoba,

250 g di acqua tiepida,

75 g zucchero,

30 g burro morbido,

8 g lievito di birra,

5 g sale.

250 g burro per la sfogliatura.

Per la finitura:

 latte e zucchero semolato,

 glassa,

sciroppo d’acero ( o come preferite ).

♦ Per semplificarvi ancor di più questa ricetta, vi dò un consiglio.. è meglio preparare l’impasto nell’impastatrice Planeraria, in questo modo voi dovrete solo aggiungere gli ingredienti.

• Nella ciotola della planetaria, versateci l’acqua tiepida e sciogliete il lievito e lo zucchero.

• Azionate l’impastatrice e incorporare gradualmente le farine; quando, dopo alcuni minuti di lavorazione, l’impasto diventerà omogeneo e le farine completamente assorbite, quindi procedete con l’aggiunta graduale del burro tagliato a tocchetti e, infine aggiungete il sale.

• Continuate ad impastare fino a che non si otterrà una pasta liscia, omogenea ed elastica.

• Passate l’impasto su una spianatoia leggermente infarinata, e arrotolare l’impasto su sè stesso in modo da appallottolarlo.

• Trasferitelo in una ciotola e coprite con la pellicola e mettete a riposare in frigo nel ripiano più basso per 3 ore.

• Trascorso questo tempo, estrarre il burro per la sfogliatura dal frigo e lasciateloammorbidire a temperatura ambiente.

• Riprendere l’impasto dal frigo, che nel frattempo non sarà lievitato moltissimo, ma è tutto ok, e trasferitelo in una spianatoia leggermente infarinata, quindi, con l’aiuto del mattarello, ricavate un rettangolo di pasta largo 20 cm circa, con uno spessore di circa 1 cm ( non importa se sarà lungo il rettangolo: sarà la naturale conseguenza).

• Stendere quindi il burro per la sfoglia, ponendo il panetto su un foglio di carta da forno leggermente infarinato, infarinate la superficie del panetto e ricopritelo con un altro foglio di carta da forno: picchiettare il panetto del burro con il matterello e, delicatamente, stendetelo fino ad ottenere un rettangolo largo 20 cm, con uno spessore di circa mezzo centimetro. Se il rettangolo del burro dovesse risultare troppo appiccicoso, riporre in frigo il burro per 10 minuti in modo da farlo rassodare.

• Quando la pasta ed il burro sono stesi sono pronti per la lavorazione, quindi procedete rimuovendo uno dei due fogli di carta da forno dal rettangolo del burro e posizionatelo sulla pasta: la superficie del burro dovrà ricoprire circa ¾ della pasta sottostante.
Rimuovete delicatamente il secondo foglio di carta da forno.

Procedete con le pieghe come segue:

• Piegate il terzo della pasta senza burro verso il centro ” punto 1″,

• Piegate il terzo di pasta rimanente verso il centro, facendola sovrapporre alla pasta rimanente ” punto 2 “,

• Sigillate bene i bordi premendo delicatamente con le dita ” punto 3 ”

• Avvolgete il panetto nella pellicola, quindi mettetelo in frigo per 20 minuti (questo passaggio serve a distribuire e far incorporare bene il burro).

Prima piega:

• Riprendete il panetto dal frigo e stendetelo con il mattarello, cercando di allungarlo ma fate attenzione a non allargarlo troppo ” punto 4 “,

• Piegate un terzo della pasta verso il centro ” punto 5″,

• Piegate la parte rimanente verso il centro, sovrapponetelo al resto della pasta ” punto 6 “,

• Sigillate bene i bordi e premete delicatamente con le dita ” punto 3 ” avvolgete il panetto nuovamente nella pellicola e lasciatelo riposare, in frigo, per 20 minuti.

Seconda piega:

• Riprendete il panetto e stendetelo con il mattarello, cercando di allungarlo ma fate attenzione a non allargarlo troppo “punto 4 “,

• Piegare un terzo della pasta verso il centro ” punto 5 ”

• Piegare la parte rimanente verso il centro, sovrapponetelo al resto della pasta ” punto 6 “,

• Sigillate bene i bordi premete delicatamente con le dita ” punto 3 ” avvolgete nuovamente il panetto nella pellicola e mettete in frigo per 20 minuti.

Terza piega:

• Riprendete il panetto e stendetelo con il mattarello, cercando di allungarlo ma fate sempre attenzione a non allargarlo troppo ” punto 4 “,

• Piegare un terzo della pasta verso il centro ” punto 5 “,

• Piegare la parte rimanente verso il centro, sovrapponetelo al resto della pasta ” punto 6 ”

• Questa volta non dovrete sigillare i bordi, ma dovrete comunque avvolgere il panetto nella pellicola e mettetelo in frigo per 15 minuti.

* Ecco quì come si realizzano delle pieghe perfette *

• Riprendere nuovamente il panetto e stendetelo allungandolo col l’aiuto del mattarello ” punto 4 “, fino ad ottenere un rettangolo spesso circa 7-8 millimetri.

• Stendete l’impasto in modo da conferirgli una spessore di circa 4-5 millimetri e ricavate dei rettangoli con l’aiuto del coltello, arrotolate su se stessa la fascia e successivamente arrotolatela a spirale col diametro, circa dei vostri stampi per muffin ( cresceranno un pò ).

• E’ possibile procedere alla finitura, cospargendovi un po’ di zucchero semolato, passaggio comunque facoltativo se intendete spennellarli con la glassa dopo la cottura.

• Cuoceteli a forno preriscaldato a 180° per circa 18-20 minuti o finchè saranno ben dorati.

• Infine, farciteli a piacere utilizzando il sac à poche. Io li ho farciti all’interno con crema pasticcera e spolverizzateli con lo zucchero a velo.

BUON APPETITO!

Cruffin realizzati con pasta di Croissant Creativaincucina

• Se desiderate farne scorta, potrete congelare i cruffin subito dopo la formatura, mettendoli su un vassoio e in freezer, quando saranno ben duri, trasferiteli in un sacchetto per alimenti.
Al momento di consumarli, estraeteli dal freezer con 6-7 ore prima della cottura, affinchè si scongelino e completino la lievitazione.

• Potrete guarnite i cruffin con uno sciroppo dolce realizzato con un po’ di zucchero sciolto nell’acqua e poi arrotolateli nello zucchero semolato.

Sono sicura che li preparerete e vedrete anche voi quanto sono buoni! A casa mia li adorano tutti! Se ti è piaciuta questa ricetta allora condividila con i tuoi amici e inscriviti alla mia newsletter per scoprire tante novità.

Ti è piaciuto questo articolo?

condividi instagram pinterest commenta stampa


Ti suggeriamo:


Mela cotogna: proprietà e benefici del frutto dimenticato

Mela cotogna: proprietà e benefici del frutto dimenticato

Trancio di salmone gratinato

Trancio di salmone gratinato

Capperi sott’aceto

Capperi sott’aceto

Spezzatino di salsiccia e olive

Spezzatino di salsiccia e olive

Petto di pollo aromatizzato, con battuto

Petto di pollo aromatizzato, con battuto

Come conservare i panini farciti per il giorno dopo

Come conservare i panini farciti per il giorno dopo

Carciofi bolliti

Carciofi bolliti

Caramella di persico a vapore, ricetta light

Caramella di persico a vapore, ricetta light

Besciamella senza burro, senza lattosio e gluten free

Besciamella senza burro, senza lattosio e gluten free

Cozze gratinate

Cozze gratinate


Gli ultimi articoli:


Crepes dolci

Crepes dolci

Alloro proprietà e benefici

Alloro proprietà e benefici

Pasta al forno zucca e funghi

Pasta al forno zucca e funghi

Cozze ripiene e fritte

Cozze ripiene e fritte

Tarassaco, proprietà, benefici e ricette

Tarassaco, proprietà, benefici e ricette

Come utilizzare l’aceto: 11 utilizzi alternativi ed utili

Come utilizzare l’aceto: 11 utilizzi alternativi ed utili


2 commenti a “Cruffin realizzati con pasta di Croissant”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *