4.87/5 (63)

facebook instagram pinterest commenta stampa

12 Settembre
8 commenti
6225

Pasticciotto leccese crema e amarena ricetta di Creativaincucina

La ricetta del pasticciotto risale al 1745 e fu ideata da una pasticceria di Galatina “Ascalone” nel quale il proprietario improvvisò un dolce preparato con le materie prime a disposizione, ovvero pastafrolla e crema pasticcera, da proporre ai devoti della Basilica di San Paolo, giunti in città per i festeggiamenti del Santo Patrono.

Il pasticciotto leccese è il dolce tipico salentino e solo chi si è recato in salento può conoscere la sua bontà. É davvero una delizia per il palato! Il pasticciotto tradizionale è realizzato con un cremoso ripieno di crema pasticcera, poi successivamente ci sono state delle varianti, tutte estremamente buone, ad esempio con l’aggiunta di amarena, cioccolato.

Leggi anche: Macarons.. i pasticcini più famosi della Francia

 Difficoltà: media       Cottura: 10 minuti       Preparazione: 1 ora e 30 minuti

 Costo piatto: basso       Dosi: 15 pasticciotti

Per la frolla:

500 g di farina 00,

 250 g di strutto oppure burro*,

 250 g di zucchero,

 4 tuorli d’uova,

 una bacca di vaniglia (o essenza di vaniglia),

 scorza grattugiata di mezzo limone,

 un pizzico di sale.

* La ricetta tradizionale prevede che nella frolla ci sia lo strutto.

Per la crema pasticcera e farcia:

 1 l di latte,

 6 tuorli d’uova,

 180 g di farina 00,

 320 g di zucchero,

 confettura di amarene q.b.,

 amarene sciroppate q.b,

 zucchero a velo q.b.

Utensili utilizzati: frusta da cucina, stampini ovali per pasticciotti,

• In un contenitore mescolate lo zucchero con lo strutto e amalgamate il tutto.

• Aggiungete le uova e fatele incorporare, successivamente la farina, la bacca di vaniglia e la scorza grattugiata di limone. Passate il tutto su una spianatoia e impastate con le mani fino ad ottenere un composto liscio.

• Quando la frolla sarà pronta passate il panetto nel contenitore, coprite con della pellicola e lasciate riposare per almeno un’ora in frigo.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera:

• In un pentolino mescolate i tuorli con lo zucchero, farina setacciata e un pò di latte. Quando il tutto sarà ben amalgamato aggiungete il restante latte e mettete sul fuoco, scaldate a fiamma bassa fino a portare ad ebollizione mescolando continuamente con l’aiuto di una frusta da cucina.

• Togliete dal fuoco la crema pasticcera e trasferitela in un contenitore di vetro, fatela raffreddare, coprite con una pellicola a contatto e mettete il contenitore in frigorifero.

Trascorsa l’ora per la frolla uscitela dal frigo.

• Cospargete su di una spianatoia la farina, adagiateci il panetto di frolla e con le mani create un salsicciotto. Tagliatelo a pezzi di circa 5 – 6 cm e col palmo della mano schiacciateli dando un’altezza di circa ½ cm. Uscite la crema pasticcera dal frigo.

• Coprite gli stampini con la frolla e lasciate che fuoriesca dai bordi la pasta, riempite il pasticciotto con la crema pasticcera e stendete uno strato di confettura di amarene. Posate sopra uno strato di frolla più sottile e chiudete il dolce premendo sui bordi in modo da ottenere la classica forma bombata del pasticciotto e adagiateci al centro mezza amarena sciroppata.

• Lasciate riposare in frigo per un’ora, spennellate la parte superiore con un uovo sbattuto e successivamente infornateli a forno preriscaldato. Cuoceteli per circa 10 minuti a 220°C, forno statico.

• Appena saranno dorati, usciteli dal forno e lasciateli intiepidire per qualche minuto, in questo modo sarà più facile estrarli dagli stampi.

• Servite tiepido per gustare al massimo questa fantastica esplosione di gusto!

Pasticciotto leccese crema e amarena ricetta di Creativaincucina

• Il pasticciotto è ideale gustato tiepido a colazione.

• Potete preparare i pasticciotti, cuocerli e congelarli appena saranno freddi. Scongelarli in forno per circa 5 minuti a 150°C o finchè saranno morbidi.

• Conservate i pasticciotti a temperatura ambiente in Inverno, in Estate in frigo, tirandoli fuori almeno mezz’ora prima di mangiarli. Se li preferite tiepidi, riscaldateli in forno per qualche minuto a 150°C oppure a microonde a 600W per almeno 1 minuto.

Più a dirsi che a farsi, infatti è una semplicissima ricetta per un ottimo dessert tutto da gustare. Se questa ricetta ti è piaciuta, condividila, in questo modo la farai conoscere anche ai tuoi amici!

Ti è piaciuto questo articolo?

facebook instagram pinterest commenta stampa


Ti suggeriamo:


Carpaccio di pesce spada marinato

Carpaccio di pesce spada marinato

Seppie crude

Seppie crude

Involtini sofficini fatti in casa

Involtini sofficini fatti in casa

Miele, benefici e proprietà

Miele, benefici e proprietà

Rösti di patate e pancetta

Rösti di patate e pancetta

Filetti di pesce serra al forno

Filetti di pesce serra al forno

Penne zucchine e gamberetti con panna

Penne zucchine e gamberetti con panna

Pasta filante con gamberetti

Pasta filante con gamberetti

Cosa non mangiare e bere prima di un viaggio in aereo

Cosa non mangiare e bere prima di un viaggio in aereo

Cruffin bicolore a forma di girella

Cruffin bicolore a forma di girella


Gli ultimi articoli:


Crepes dolci

Crepes dolci

Alloro proprietà e benefici

Alloro proprietà e benefici

Pasta al forno zucca e funghi

Pasta al forno zucca e funghi

Cozze ripiene e fritte

Cozze ripiene e fritte

Tarassaco, proprietà, benefici e ricette

Tarassaco, proprietà, benefici e ricette

Come utilizzare l’aceto: 11 utilizzi alternativi ed utili

Come utilizzare l’aceto: 11 utilizzi alternativi ed utili


8 commenti a “Pasticciotto leccese crema e amarena”

  1. Sono stata in vacanza a Lecce quest’estate e ho assaggiato un paio di pasticciotti. Davvero ottimi. Ora provo a farli a casa mia. Grazie per questa splendida ricetta.

  2. Io quest’estate sono andata in vacanza nel Salento e ad una pasticceria di Porto Cesareo ho trovato una vastità di pasticciotti con l’amarena, al cioccolato ma sopratutto il tradizionale, il pasticciotto alla crema, mmmh che buono! Questo post mi riporta alla mia vacanza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *