4.76/5 (41)

facebook instagram pinterest commenta stampa

5274   3 Novembre   Creativa in Cucina   8 commenti a: “Funghi cardoncelli sott’olio

Funghi cardoncelli sott'olio ricetta di Creativaincucina

Adoro mangiare le conserve durante l’autunno e l’inverno, sicuramente poi quella realizzata coi funghi cardoncelli sott’olio è la mia preferita. Inoltre il fungo cardoncello è uno dei funghi più buoni e prelibati, sempre molto apprezzato fin dai tempi antichi perchè crea un’irresistibile attrattiva di gusto sopratutto per l’inconfondibile sapore.

Il cardoncello è un fungo di colore scuro, carnoso, sodo e cresce a ceppi tutti straordinari che lo contraddistinguono ancor di più. Questo tipo di fungo, molto versatile, si può consumare crudo, arrosto, fritto, gratinato, per primi piatti, come contorno o sulla carne, pesce, associato a legumi, verdure ma anche sott’olio. I funghi cardoncelli sott’olio sono un’ottimo contorno da poter servire anche sulle bruschette ma anche per rendere più gustoso un semplice panino al prosciutto. Ora vediamo insieme la ricetta perfetta.

Leggi anche: Funghi cardoncelli alla contadina

 Difficoltà: bassa       Cottura: 5 minuti       Preparazione: 15 minuti

 Costo piatto: alto       Dosi: vasetto in vetro da 250 g 

250 g di funghi cardoncelli,

 200 ml di acqua,

 150 ml di aceto di vino bianco,

  un pizzico di sale,

 olio d’oliva q.b.

 qualche grano di pepe rosa,

 1 spicchio piccolo di aglio,

 1 peperoncino essiccato,

 un ciuffo piccolo di prezzemolo.

• Pulite i funghi eliminando parte del gambo e lavateli sotto acqua corrente per eliminare bene la terra. Tagliateli a pezzi grossolani e mettete da parte.

• In un pentola aggiungete l’acqua e l’aceto con un po di sale e portate ad ebollizione.

• Conglobate i funghi e fateli cuocere a fuoco medio per circa 5 minuti dal momento in cui riprende l’ebollizione. Quindi colateli e adagiateli su di uno strofinaccio in cotone, tamponate con lo stesso in modo da assorbire una parta di acqua. Passateli in un recipiente e fateli raffreddare.

• Nel frattempo sminuzzate le spezie: tritate il prezzemolo, tagliate a piccoli pezzi l’aglio e il peperoncino. A questo punto unitele ai funghi e aggiungete anche qualche grano di pepe rosa. Mescolate delicatamente e finchè le spezie siano ben amalgamate ai funghi.

• Trasferite i funghi così conditi nel vasetto precedentemente sterilizzato, ricopriteli di olio e con l’aiuto di una forchetta schiacciateli in modo da far uscire eventuali bolle d’aria. Chiudete il vasetto, col tappo ermetico e ponete in dispensa, lasciateli riposare per almeno 7 giorni.

Funghi cardoncelli sott'olio ricetta di Creativaincucina

BUON APPETITO!

• I funghi dovranno essere completamente sommersi nell’olio, per cui se serve aggiungete altro olio, dopo averli schiacciati. In questo modo eviterete che si crei la muffa.

• Dopo 2 giorni in dispensa controllate il vasetto, perchè se i funghi hanno assorbito l’olio voi dovete aggiungerlo.

• Le spezie sono molto importanti per le conserve, però se non amate o il peperoncino o il pepe rosa, potete eliminare uno dei due. In alternativa al pepe rosa potete aggiungere il pepe nero.

• Una volta aperto il vasetto, potrete riporlo in dispensa oppure in frigo.

In pochi e semplici passi avete preparato un’ottima conserva da consumare per tutto l’inverno! Se questa conserva ti è piaciuta, condividila e falla conoscere anche ai tuoi amici sui social!

Ti è piaciuto questo articolo?

facebook instagram pinterest commenta stampa



8 commenti a “Funghi cardoncelli sott’olio”

  1. mmmmmh che bontà, tra qualche giorno ci sarà la sagra del fungo cardoncello a ruvo di puglia e nelle murge, non vedo l’ora di andare a comprarne tanti così mi preparo questa conserva. Grazie mille per la ricetta sei fantastica!

  2. Grazie alla tua ricetta semplice e spiegata in modo dettagliato ho capito come fare i funghi sott’olio, un enorme abbraccio!

    1. Ciao Nicoletta, mi fa piacere che la mia ricetta ti piace, ora prepara questa conserva anche in grandi quantità e tienila in dispensa, vedrai piacerà a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *