4.59/5 (101)

facebook instagram pinterest commenta stampa

1 Ottobre
4 commenti
3644

Dado vegetale fatto in casa ricetta di Creativaincucina

In questo articolo vi spiego come preparare il dado vegetale fatto in casa, in modo sano e semplice. Il dado è un concentrato a base di carne o verdure e pesa circa 10 – 12 grammi ed è molto utilizzato in cucina per esaltare i sapori delle pietanze (arrosti, minestre, risotti), senza additivi e conservanti, sano e pronto all’uso.

Il dado fu ideato dal barone “ Von Liebig ” poco prima del 1850, era uno studioso e ricercatore nel campo della trasformazione e conservazione alimentare, infatti creò un estratto di carne che poteva conservarsi a lungo e dava sapore a brodi e minestre e si vendeva in vasetti. Successivamente nel 1880 lo svizzero ” Julius Maggi ” preparò un altro tipo di concentrato, questa volta a base di cereali, semi oleosi ed estratto di carne e si vendeva a cubetti. Il dado arrivò in Italia intorno agli anni venti del secolo scorso e prepararlo in casa è una tradizione ma è anche continuare a portare avanti le antiche ricette!

Leggi anche: Capperi sott’aceto

 Difficoltà: bassa       Cottura: 1 ora e 30 minuti       Preparazione: 20 minuti

 Costo piatto: basso       Dosi: 42 dadi vegetali

150 g di pomodori rossi,

 1 cipolla bianca,

 130 g di patate,

 90 g di carote,

 200 g di zucchine,

 50 g di piselli (freschi o congelati),

 50 g di sedano (fresco o congelato),

 20 g di prezzemolo a ciuffetto,

 olio d’oliva q.b.,

 150 g di sale.*

* Se preferite i dadi normalmente salati, aggiungete altri 80 g di sale.

Utensili utilizzati: carta forno, recipiente in vetro con tappo ermetico, mattarello, mixer da cucina, padella capiente.

• Lavate e pulite le verdure, tagliatele a pezzetti.

Pesate le verdure per regolarvi col sale, che dipende dai gusti, dovrebbe essere 1/3 del peso delle verdure (il calcolo da fare è: peso delle verdure : 3totale del sale da utilizzare). I miei dadi sono poco salati, gusto personale!

• In una padella capiente aggiungete le verdure precedentemente tagliate a pezzetti, successivamente aggiungete un filo d’olio d’oliva e portate sul fuoco. Cuocete a fuoco moderato e mescolate spesso.

• Fate cuocere per qualche minuto e aggiungete il sale e il prezzemolo, mescolate in modo che si spargi bene tra le verdure. Cuocete per qualche minuto o finchè le verdure si appassiranno. Togliete dal fuoco e passata il composto in un mixer da cucina, frullate bene il tutto e rimettete il composto in padella. Fate cuocere a fuoco basso, mescolando continuamente finchè l’impasto sarà liscio ed omogeneo.

• Versate il composto, ancora caldo, sulla carta forno e sistemate aiutandovi con un cucchiaio. Per realizzare un rettangolo vi basterà piegare verso l’interno i lembi esterni del foglio, come un pacchettino; stendete un’altro foglio di carta forno e aiutandovi col mattarello, fate una leggera pressione, servirà ad uniformare ed appiattire il panetto dando uno spessore di circa 1 cm. Fate raffreddare.

• Ponete in freezer per 4 ore. Trascorso il tempo utile, uscite il panetto dal freezer, scartatelo e con l’aiuto di un coltello grande, realizzate i dadi. Richiudete nuovamente il panetto e fate congelare i dadi per altre 4 ore. Dopodiché scartate nuovamente il panetto, staccate i dadi dalla carta forno iniziale, sistemate alla base del recipiente un pezzo di carta forno pulita e adagiateci sopra i dadi. Chiudete il tappo ermetico e conservate in freezer, prelevando uno e due pezzi ogni volta che sarà necessario.

• Il sale da aggiungere dovrà essere 1/3 del peso totale delle verdure, nè più nè meno, per cui le verdure vanno pesate da pulite. Questo permette la giusta conservazione e il giusto grado di salinità. Va sempre inteso 1 dado per ogni litro d’acqua.

• Non bisogna aggiungere acqua perché le verdure già rilasciano in cottura la loro acqua di vegetazione.

• Una volta pronti i dadi potete decidere come conservarli:

1. Conservare in frigo in piccoli vasetti di vetro precedentemente sterilizzati e al momento dell’utilizzo prenderne un cucchiaino ogni volta,

2. Versare il composto nelle formine del ghiaccio così da averli già pronti,

3. Stendere il composto sulla carta forno e tagliare tutto a cubetti, una volta freddi staccarli e conservarli in freezer chiusi in un contenitore di vetro con tappo ermetico.

• La consistenza dei dadi non è durissima rimarranno sempre un po morbidi e granulosi data la presenza del sale che impedirà il completo congelamento.

• Potete variare o aggiungere altri tipi di verdure (ad esempio spinaci, bietole, scalogno, aglio, peperoni, basilico, ecc.), oppure la loro proporzione, ovviamente seguendo i gusti personali. Ma potete anche aggiungere delle spezie per insaporire maggiormente.

• Il dado si conserva in frigo per un mese oppure in freezer per 6 mesi.

Ti è piaciuto questo articolo?

facebook instagram pinterest commenta stampa


Ti suggeriamo:


Dolcetti di mandorle e cioccolato

Dolcetti di mandorle e cioccolato

Involtini con asparagi

Involtini con asparagi

Mozzarella in carrozza con würstel

Mozzarella in carrozza con würstel

Chips di patate fritte

Chips di patate fritte

Funghi pioppini sott’olio

Funghi pioppini sott’olio

Vongole, proprietà e benefici

Vongole, proprietà e benefici

Mandorle pralinate, ricetta semplice

Mandorle pralinate, ricetta semplice

Orecchiette e cavolfiore, ricetta tradizionale

Orecchiette e cavolfiore, ricetta tradizionale

Besciamella senza burro, senza lattosio e gluten free

Besciamella senza burro, senza lattosio e gluten free

Fichi proprietà e benefici

Fichi proprietà e benefici


Gli ultimi articoli:


Pizza di patate

Pizza di patate

Pasta fredda con ricotta e pomodorini

Pasta fredda con ricotta e pomodorini

Pizza rustica tonno e spinaci

Pizza rustica tonno e spinaci

Insalata di riso venere con tonno

Insalata di riso venere con tonno

Come preparare il risotto perfetto

Come preparare il risotto perfetto

Tiramisù in bicchiere o barattolo

Tiramisù in bicchiere o barattolo


4 commenti a “Dado vegetale fatto in casa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *