4.87/5 (52)

26 giugno   Creativa in Cucina   0 commenti a: “Cozze gratinate
Stampa, PDF o invia questa ricetta Stampa o invia la ricetta

cozze gratinate ricetta di Creativaincucina

Le cozze gratinate sono un delizioso e leggero antipasto di mare, tradizionale del Sud Italia ed ideale per aprire un gustoso pranzo o cena a base di pesce. I gusci delle cozze (ripiene del mollusco) vengono farciti con un composto morbido e molto saporito, diventando, dopo la cottura, tutt’uno con il frutto di mare che ricopre, esaltandone il sapore, senza coprirne il gusto.

Preparare le cozze gratinate è davvero semplice, veloce e serviranno pochi ingredienti freschi e genuini per cozze gratinate davvero buone; piaceranno a tutti, anche alle persone che solitamente non amano particolarmente questi molluschi. Squisitezza da leccarsi i baffi, provare per credere!

Vediamo quindi, come preparare le “Cozze gratinate”.

Leggi anche: Tiella di riso patate e cozze alla barese

 Difficoltà: bassa       Cottura: 13 minuti       Preparazione: 20 minuti

 Costo piatto: basso       Dosi: 500 g di cozze

500 g di cozze nere, fresche col guscio,

1 spicchio di aglio tritato finemente,

4 cucchiai di prezzemolo tritato,

2 manciate di pangrattato,

3 – 4 cucchiai di olio d’oliva,

aceto di vino bianco q.b.,

acqua filtrata delle cozze q.b.,

sale q.b.

Utensili utilizzati: carta forno, teglia rettangolare lunga 22 cm., coltellino per aprire le cozze, paglietta metallica.

• Iniziate col pulite le cozze, con l’aiuto di una paglietta metallica, pulite bene esternamente le cozze e lavatele sotto acqua corrente. Appena saranno tutte pulite, apritele a crudo. Ma potete scegliere di aprirle anche sul fuoco nei “consigli” ▼ saprete di più a riguardo.

Ecco come pulire le cozze:

Schiacciate leggermente il guscio e fate scivolare in avanti una delle due valve fino a sentire il tipico “clac”, inserite tra di esse un coltellino e fatelo scorrere fino ad aprire il mollusco; spostate la cozza su una sola valva ed eliminate l’altra. Raccogliete in una ciotola il liquido che ne uscirà. Continuate con le altre cozze. Si elimina il bisso e la barbetta che esce dalle valve.
Filtrate l’acqua in un telo di cotone, in modo da eliminare tutte le impurità e mettete da parte.

In un recipiente iniziate a preparare l’impasto:

• Unite al pan grattato (per una maggiore croccantezza utilizzate il pangrattato con la grana non molto sottile) l’aglio tritato finemente, il prezzemolo, un filo d’olio d’oliva, un pizzico di sale, qualche goccia di aceto (altrimenti nasconderà il sapore delle cozze) e un pochino di acqua filtrata delle cozze. Mescolate bene. Il ripieno dovrà essere leggermente friabile e morbido, ma non acquoso, quindi regolate voi la consistenza.

• Ricoprite la teglia di carta forno. Sistemate in ogni valva un po di ripieno, il frutto dev’essere interamente coperto. Disponete dunque i gusci ripieni nella teglia, vicini ma non uno sull’altro altrimenti rischierete che la gratinatura non sarà perfetta e uguale per tutte le cozze. Procedete con le altre.

cozze gratinate ricetta di Creativaincucina

• Infornate le cozze in forno statico preriscaldato e cuocetele a 180° per 13 minuti (per una maggiore doratura nei “consigli” ▼ troverete ulteriori informazioni). Le cozze gratinate sono pronte, quando si sarà formata una bella crosticina dorata e croccante in superficie e il ripieno si sarà leggermente ritirato e staccato dalla valva.

• Servite le cozze gratinate tiepide, ma saranno ottime anche fredde. Dipende dal vostro gusto!

cozze gratinate ricetta di Creativaincucina

BUON APPETITO!

•  Alcuni paesi preferiscono aprire le cozze sul fuoco come la metodica che trovate nell’articolo “come pulire le cozze” e dopo la cottura lasciate intiepidire, prima di aprirle.

• Se vi accorgete di aver reso l’impasto molto morbido, tranquilli, vi basterà aggiungere altro pangrattato e la consistenza sarà perfetta.

• Se preferite le cozze maggiormente dorate, dopo 10 minuti, passate alla modalità grill e fate dorare per qualche minuto, finchè la doratura sarà di vostro gradimento; ma attenzione a non esagerare, seccando le cozze. Una cottura molto lunga può compromettere il risultato finale.

Ti è piaciuto questo articolo?

Potrebbero piacerti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi il risultato *